la ricerca del cretino

 • 

Devo introdurre questo breve post dicendo che sono di parte, perché penso che Marianna sia bravissima. Le voglio un bene dell'anima anche se l'ho vista tre volte in vita mia. Fa parte di inutile da diversi anni (decisione presa dopo che Tamara mi disse che c'era «questa ragazza da tenere d'occhio che, oh, è bravissima»: e infatti).

Marianna ha scritto questo bellissimo post che condivido in pieno, di cui riporto parte del paragrafo centrale. Per il resto, qui.

Mi allontana soprattutto la ricerca del cretino che molti fanno in occasione di una morte o di una tragedia, ma a ben pensarci anche in occasione di cose belle o neutre tipo i concerti e i programmi alla televisione. Penso proprio che alcuni ci provino gusto a scovare quello che tuitta di non conoscere il morto, quello che dice la porcata durante il terremoto, quello che dice quanto siamo cretini in base a chi piangiamo durante le stragi, quello che non conosce la differenza tra è ed e, quelli delle scie chimiche e i fruttariani. [...] Non mi diverto a sembrare più intelligente di uno che mangia solo mele o che vota Salvini, sebbene è molto probabile che lo sia. Forse con l'età mi sono rammollita o magari la ricerca del cretino non è una cosa intelligente come potrebbe sembrare.