MS, o Matteo Scandolin, sono io. Divido le mie giornate tra la ricerca di lavoro, le mie passioni e Virginia. Mi sono innamorato di Milano. Faccio questa rivista, e parlo al microfono qui. Uso parecchio Twitter, e sono appena arrivato su Instagram.

Una volta suonavo la chitarra, ma non sono mai stato un asso. Ogni tanto m’illudo di saper controllare la tecnologia, ma questo sito è stato atomizzato più di una volta. Adesso usa Ghost.

In giro qualcosa di mio lo puoi trovare, ma ti lascio il brivido della ricerca.

Intermezzi ha pubblicato un mio libro di racconti, È tutto qui, alla fine di maggio 2010.

Grandi speranze, va da sé, è uno dei libri che più ho amato tra quelli scritti da Charles Dickens (o almeno, quelli che ho letto: una mezza dozzina e più). Gli chiedo quindi umilmente scusa di aver abusato del titolo.

La foto in apertura di questa pagina è di Nicole Miotto, fatta nel 2010: mi piace ancora tantissimo.